Chi siamo

Concessioni Autostradali Lombarde S.p.A. è Società con capitale partecipato pariteticamente da Infrastrutture Lombarde S.p.A. e ANAS S.p.A., costituita in attuazione da quanto disposto dal comma 979 dell’articolo unico della legge 27 dicembre 2006 n. 26.

Dalla sua nascita a tutt’oggi, CAL si è occupata della pianificazione degli interventi in rapporto con i territori e le amministrazioni interessate, delle convenzioni di concessione, del monitoraggio relativo allo sviluppo e approvazione delle diverse fasi progettuali, della vigilanza sulla realizzazione delle opere e su collaudi, aperture al traffico ed esercizio delle tre autostrade di cui è soggetto concedente, rivestendo così un ruolo fondamentale e decisivo in ordine soprattutto al rispetto delle tempistiche e dei costi di realizzazione, sempre perseguendo standard di qualità di assoluta eccellenza nel panorama autostradale italiano.
La Società ha per oggetto il compimento di tutte le attività, gli atti e i rapporti inerenti direttamente e indirettamente l’esercizio delle funzioni e dei poteri di soggetto concedente ed aggiudicatore trasferiti da ANAS S.p.A. per la realizzazione dell’autostrada Pedemontana Lombarda, dell’autostrada diretta Brescia – Bergamo – Milano e delle Tangenziali esterne di Milano. La Società è subentrata in tutte le situazioni giuridiche attive e passive relative a tali infrastrutture autostradali in essere alla data della sua costituzione.

La Società è amministrata da un Consiglio di Amministrazione, composto da cinque membri.

In particolare:

  • Il Consiglio di Amministrazione viene nominato dall’Assemblea degli Azionisti, ad esso è affidata la gestione della Società. Il Consiglio, ove non lo abbia fatto l’Assemblea, elegge un Presidente. Egli ha poteri di rappresentanza della Società e tiene i rapporti istituzionali non pertinenti all’ordinaria attività della Società; presiede l’Assemblea degli Azionisti, convoca e presiede il Consiglio di Amministrazione. Inoltre verifica l’attuazione delle deliberazioni del Consiglio di Amministrazione e sottopone al Consiglio l’approvazione delle linee di indirizzo strategico dell’attività della Società. Il Consiglio di Amministrazione delega ad un Amministratore Delegato il compimento di tutti gli atti di ordinaria e straordinaria amministrazione inerenti l’esecuzione dell’attività sociale, non riservati al Presidente e al Consiglio di Amministrazione ai sensi di legge e di Statuto nonché l’assunzione di tutte le misure organizzative e/o gestionali ritenute necessarie, utili e/o opportune per il perseguimento dell’oggetto sociale. Per l’esercizio dei poteri delegati all’Amministratore Delegato spetta la legale rappresentanza della società
  • Il Collegio Sindacale esercita la funzione di vigilanza di cui all’articolo 2403 c.c.; è composto da tre membri tra cui il Presidente e devono, inoltre, essere nominati due sindaci supplenti.
  • Il controllo contabile sulla società è esercitato da una società di revisione iscritta nel registro istituto presso il Ministero della Giustizia, dalla data 1 gennaio 2008. Infatti il controllo contabile relativo al primo anno di esercizio sociale è svolto dal collegio sindacale.

In Evidenza